mercoledì 27 maggio 2009

Pappardelle caserecce

Buon giorno!
a rieccola, finalmente, in cucina! Si perchè l'informazione e le news vanno bene, ma io lo so che voi avete voglia dell'ispirazione giornaliera.
Soprattutto perchè nei vostri commenti di domenica, trapelava la curiosità per le pappardelle che andavo a preparare.... ora vi accontento!
E farò di più, una dedichina speciale per la mia amica Laura, golosastra incallita a cui ho rivelato in anticipo la ricetta. Ciao Laura!

Dovrebbe essere una ricetta siciliana, dico dovrebbe perchè assolutamente non ricordo dove l'ho sentita. Ma trascrivendola sul ricettario ho scritto "pappardelle o tagliatelle caserecce-siciliane", prendiamola per buona. Anzi, buonissima!



Dosi tutte ad occhio, quindi, allenatevi!
In una larga padella soffriggere in olio e aglio dei pomodori secchi tagliati sottilmente, una generosa manciata di capperi (meglio se piccoli), due/tre cucchiai d'uvetta, una manciata di pinoli e dei peperoni gialli tagliati a cubettini. Fate rosolare il tutto a fuoco vivace. Quando hanno preso un bel colore, aggiungere dei pomodorini freschi tagliati in 4, io ho utilizzato dei mini san marzano, ma i pachino vanno benissimo, anche i ciliegini, l'importante è che siano piccoli e dolci.
Lasciare cuocere e amalgamare per qualche istante, poi regolare di sale e pepe.
Nel frattempo, avrete cotto le pappardelle al dente, prelevatele dalla pentola di cottura e unitele al condimento, fate saltare il tutto per brevi istanti.
Servire in tavola con abbondante ricotta salata grattuggiata e foglie di basilico spezzettate (o finocchietto selvatico). Ultimo giro di olio evo a crudo e.......... buon appetito!


Fame vero? Vi capisco, a me è venuta soltanto a riguardarmi le foto! Sai che c'è???? quasi quasi torno in cucina e....... Ciao!

18 commenti:

  1. WOW!! Sicula nell'anima!
    credo che siano buonissime, come tutti i piatti provenienti dal una delle regioni che gastronomicament ee turisticamente amo di più!
    baci basina

    RispondiElimina
  2. a quest'ora mi ci tufferei su quel piatto

    RispondiElimina
  3. Fame sì!!! questo sugo è divino, mi piace quel connubio agrodolce, con pinoli e uvetta...davvero goloso
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  4. Fame, fame...
    Ma di cose buone, come questa, oggi per lavoro saro' a panini.

    RispondiElimina
  5. Beh è già mezzodì... e con questa ricetta mi è venuta una fame terribilie!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Buoneeeeee!!!!L'ispirazione siciliana c'è uvetta, pinoli, ricotta salata (che io uso spessimo, troppo buona!) ! Davvero bellissima, sappi che l'ho subito scritta e la copio al più presto,(bè magari mi conviene prima fare la spesa visto che no c'è più nulla in frigo...)Baci!!
    P.S. il link di ieri era bellissimo, ma tu sei mai stata alla california bakery? se hai provato il loro cheesecake o brownies ti farei qualche domanda in proposito, altrimenti ti dico di andarci e provare i loro bagel : divini!

    RispondiElimina
  7. un piatto davvero niente male!
    sicuramente vi sarete lecaati i baffi!
    buona giornata.

    RispondiElimina
  8. @juls
    sai, non sono mai stata in sicilia, ma sono moltissimi i profumi, gli ingredienti, i vini che amo e tutti siciliani, che io abbia un passato da sicula?
    @marsettina
    giorno! aspetta che ne preparo tanta, almeno l'atterraggio è soft :-)
    @fra
    ciao!, si, hai ragione goloso al punto giusto
    @corradot
    ciao corrado!!!!
    mannaggia... beh, ma immagino che i tuoi panini siano comunque un ottima scelta
    @saruk
    dai, vieni a tavola!
    @nicole
    grazie bimba!
    si, ci sono stata.... sono perversi vero? proprio non ti risparmiano la tentazione.....:-)

    RispondiElimina
  9. effettivamente la foto fa venire voglia di un piatto, che condimento goloso...anzi ultragoloso

    RispondiElimina
  10. Beh la foto parla da sola... aspetto che me ne prendo una forchettata!!! Brava!

    RispondiElimina
  11. iomilanese-laura27 maggio 2009 16:31

    non sono proprio così ingrata...ho appena letto e mi è venuto uno stranguglione! ma grazie amica mia, il pensiero è delizioso e la ricetta, pure! indovina che cosa preparerò per cena? non sento, sì sì, indovinato, porprio le lasagnette alla bella babs! buona serata

    RispondiElimina
  12. Questa pasta è una meraviglia per gli occhi e per il palato!
    La copio subito!

    RispondiElimina
  13. Lady,una domanda:a me il peperone piace da matti,però se lo mangio il lunedi...fino a giovedi o venerdi...ce l'ho a gola....come si può fare ? mia moglie per farli all'olio,li passa prima in forno e poi li pela. Ma per fare questa meraviglia che ci presenti ? Attendo con ansia. San Bernardo.

    RispondiElimina
  14. Wow, agrodolci queste pappardelle! ma sicuramente da proare questa estate! e poi hanno un colore magnifico!
    un bacione

    RispondiElimina
  15. @betty
    siiiii, anche chi non ha i baffi, si è leccato le labbra!
    @gunther
    grazie!
    @federica
    accomodati pure!
    @laura
    ma dai! lasagnette agli asparagi?
    @eli
    ti ringrazio moltissimo :-)
    @sanberny
    ciao! che piacere mi fa leggerti, senti, a dire il vero non saprei, è vero, molti tolgono la pelle ai peperoni per avere meno problemi digestivi, io, fortunatamente, non ho mai dovuto ricorrere ad alcuna spellatura, piuttosto, al posto della tua grappa, che sono sicura già userai, mai provato con una tisana? melissa, liquirizia, finocchio e company, aiutano molto più di quello che ci si immagina.
    @manue silvia
    grazie bimbe, grazie mille!

    RispondiElimina
  16. In ritardissimo ma eccomi qua. Originalissime, interessanti e saporite queste tue pappardelle. Brava, come sempre! Un abbraccio e scusa il ritardo, ma come sai sono un po' incasinata. Un po' tanto.

    RispondiElimina
  17. Lady,fammi prendere anche la liquerizia: sono già iperteso di mio.... Marina...alle belle bambine succede spesso :-))) San Bernardo

    RispondiElimina
  18. Che profumino queste pappardelle sicilianissime...

    RispondiElimina