venerdì 16 dicembre 2011

Soupe a porter - naturalmente viola - alla quinta


Buon venerdì. Con questa si conclude la cinquina delle proposte fatte con le carote viola. Fondamentalmente erano davvero una carrellata di piccole idee su come utilizzare la medesima base, le carote bollite, in maniera accattivante e, come quella di oggi, pure divertente. In casa mia si sono entusiasmati davanti a questo colore insolito. Secondo me porta allegria, voi che ne pensate?
Torniamo all'ultima proposta, una zuppina leggera e profumata "da passeggio". Fatevene una ragione, mi sono comprata queste bottigliette graziose e credo le vedrete spesso! :)   Allora, le solite carote cotte in poca acqua salata, questa volta vedranno l'ingresso di un paio di patate vitelotte (viola), ma potete usare anche quelle bianche normalissime. Quel che da un tocco particolare è l'essere frullate con il latte di cocco... passato il tutto al setaccio sottile e imbottigliato.
A questo punto potete anche pensare di andare a fare una passeggiata nel parco, camminando tre le foglie secche che fanno quel rumore così affascinante e.... fermarvi, stappare la vostra zuppina e gustarvela!
Non male gente, non male.....
Buonissimo venerdì, buon week-end, divertitevi e fate shopping, tra una settimana è Natale!

Ps: domani e domenica, ultimissima carrellata di libri. Poi pausa relax. Un bacino :*


19 commenti:

  1. Grandiosa idea la zuppa nelle bottigliette!
    ps. voglio delle carote viola!

    RispondiElimina
  2. Coloratissime bottigliette, una ricarica di vitamine prèt à porter!!! Un bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  3. Ci sarà un'impennata nelle vendite di carote viola!! Ti sarò per sempre grata per la questa serie colorata. Bellissime ricette e bellissime fotografie.

    RispondiElimina
  4. anche questa sfiziosissima!!!
    dove hai trovato le bottigliette? io le trovo solo da 1 lt!!
    grazie, belle idee!!
    alessia

    RispondiElimina
  5. Mi son seguta tutta questa settimana viola..bellissima e sopratutto colorata!!!
    Devo provare a cercarle anche a Roma, mi piacerebbe troppo andare al parco con questa zuppetta!:-)

    RispondiElimina
  6. M'interessa molto il discorso del latte di cocco, giustamente filtrato a maglia strettissima per questa zuppetta...Devo andare in Paolo Sarpi a cercare ingredienti esotici, quindi prenderò anche quello...te l'ho detto che mi sto buttando sull'etnico:)))
    un abbraccio e buon venerdì, Vale

    RispondiElimina
  7. Le ho anche io queste bottigliette... lo sapevo che mi sarebbero tornate utili! ;)

    RispondiElimina
  8. w le zuppe insomma :) bella bella questa, non ne avevo mai vista una nella versione a porter!

    RispondiElimina
  9. ma che idea GENIALE Babs!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. mi vuoi far diventar matta a cercare queste carote viola???? ;-D

    RispondiElimina
  11. e ci sveli dove hai comprato le bottigliette? sono bellissime! la zuppetta à porter, beh, è un concetto che mi piace molto e che ho provato anch'io a suo tempo con la zuppa di carote...ma arancio :)

    RispondiElimina
  12. il colore è adorabile, così insolito e per questo seducente. Che invidia le carote viola, le cercherò ma non mi faccio illusioni. Intanto mi godo le tue bellissime foto!!!

    RispondiElimina
  13. le bottigliette sono di CASA'
    le ho prese poco tempo fa ad un prezzo davvero bassissimo
    http://www.casashops.com/it/home.html

    per il resto.... son troppo contenta che questa settimana monocromatica vi sia piaciuta, ora, se avete un paio di chili di carote viola, sapete che potrete farci molto! ciao!

    RispondiElimina
  14. A los interesados,

    Los invito a la Nueva Publicación del blog Fala Sério Habla Serio.

    Frase-poema de Navidad: Quintanares

    La dirección es: http://falaseriohablaserio.blogspot.com/

    Saludo a todos y buen día,
    Gustavo.

    RispondiElimina
  15. grazie babs!
    non mi resta che andare a caccia delle carote viola.
    alessia

    RispondiElimina
  16. Queste bottigliette fi fanno impazzire, sono veramente di grande effetto e per Natale sarebbero una bella idea di regalo, quasi quasi le aggiugno ai miei cesti Natalizi...
    Grazie Deborah

    RispondiElimina