martedì 31 maggio 2011

Pane con semi, cereali e..... cottura in cocotte. Staub


Era tanto, tantissimo tempo che volevo fare l'esperimento. Cuocere il pane, senza impasto, direttamente nella ghisa.... è stato un successo!!! Quasi non ci credevo!
Ne ho anche approfittato per aprire un barattolo di marmellata fatta ancora la scorsa estate, pesche e lavanda... sul pane colmo di semi.... tiepido... soffice.... vi sto invogliando?  :)))
Allora, se volete saperne di più, posso offrirvi, gratuitamente e senza impegno... al posto della famosissima enciclopedia da 7000000 di Euro, un giro turistico nei blog che mi hanno ispirato a fare questa pagnotta.
Prendete spunto e lavorateci sopra.
Vi posso dire che nel mio bel pane hanno trovato il loro spazio migliore semi di: lino, girasole, zucca e noci. E la farina è stata una miscela rustica ai cereali.
Per tutte le info (così risparmio tempo e, soprattutto, evito di replicare delle ricette già splendide) fatevi una passeggiata QUI Sara, QUI Virginia, QUI Diletta,  QUI Genny e QUI Juls
Quando poi avrete sperimentato il vostro pane senza impasto, come minimo dovete passare a farmi un fischio!
Ps: non è obbligatorio avere una Staub.... ma devo dire che si è comportata assai bene con la mia pagnottella :) fateci un pensierino!
Buonissima giornata, oggi si corre!

lunedì 30 maggio 2011

...ieri: pausa. giornata meravigliosa











Non mi sono resa conto di quanta necessità avessi di staccare un giorno, rigenerarmi e stare con i piedi nell'acqua e nella sabbia, fino a quando non l'ho fatto ieri.
Io e la mia cucciola. Fronte mare. Grazie ad un suggerimento della splendida Laura, in arte Pippi, che ringrazio di tutto cuore.
Sole, mare, pranzo direttamente sulla battigia:  lasagnette fresche alla trabaccolara, insalata tiepida di mare ed un fritto davvero eccellente.
Il tutto condito con una brezza meravigliosa e pochissime persone sulla spiaggia.
Se volevamo finire in bellezza, abbiamo anche avuto un tramonto spettacolare che ci ha riaccompagnate a casa, fra canzoni urlate a squarciagola e risate uniche tra mamma e figlia.
Oggi va così, per le ricette c'è sempre tempo.
Per le emozioni.... troppo poco.
Buon lunedì!


sabato 28 maggio 2011

Kiwi da bere!

Eccoci all'ultima puntata in verde! Com'è andata la settimana? Vi è piaciuta? So che molti di voi apprezzano i miei filoni monotematici, ma non vorrei annoiarvi, quindi la prossima settimana si cambierà un pò|
Per concludere in bellezza e, in verde, ispirata dall'ultimo numero di Saveurs, per la presentazione, ma ho modificato poi la ricetta, ecco uno smoothie di kiwi. Fresco, saporito, intenso, ha tutte le caratteristiche per essere prodotto in quantità notevole, conservato in bottiglia di vetro al fresco e consumato senza parsimonia!

6 kiwi
1 banana matura
una mela verde (granny smith)
qualche cucchiaio di zucchero o  miele se preferite
succo di due pompelmi

Pulite la frutta tagliatela a tocchetti e mettetela nel frullatore. Aggiungete zucchero e succo di pompelmo e frullate sino ad ottenere un composto setoso e non troppo liquido.
Riempite una bottiglia col il frullato e tanto ghiacchio.
Conservate in frigo. Agitare prima della consimazione e consumare rapidamente.

C'è una variante, se volete renderlo ancora più particolare, provare ad unire dello yogurt bianco cremoso e magari un avocado al posto della mela...... Interesante vero? E' anche un buon pranzo "da bere"!

Buon week-end!

giovedì 26 maggio 2011

Rucola e cannellini

Nigella la mitica, oltre a far alzare il colesterolo a tutto il mondo, ma regalandoci una serenità che poche altre persone ci fanno percepire oltre lo schermo, a volte si occupa anche di verdure. Abbinamenti forse un pò strani per il nostro palato, ma non è detto che siano sempre da criticare. Anzi!
La sua ricetta originale prevedeva rucola e ceci. Avendo finito i ceci ho provato ad utlizzare i cannellini. Premetto che l'abbinamento con i ceci è davvero insuperabile, anche con i fagioli il risultato è stato molto apprezzato.
Velocissima e molto stimolante, questa ricetta potrebbe anche essere un piatto unico da infilare in una ciotolina e mangiare fronte mare (perchè non provare con le bacchette? sono perfette per questo piatto!). Buona calda, perfetta anche fredda.

Scaldate un  filo d'olio evo in una casseruola con uno spicchio d'aglio. Buttatevi dei cannellini precedentemente cotti e ben scolati, lasciate rosolare qualche istante e sfumate con un bicchierino di sherry (o marsala). Infine, ricoprite con tantisima rucola, spegnete il fuoco e incoperchiate.
Solo con il calore la rucola si ammorbidirà. Salate, pepate e portate in tavola. Magari accompagnando una buona bistecca alla griglia!
Vi ho stimolato? Dai provateci, è davvero buona :)))

Buon appetito! E buona giornata ;)

martedì 24 maggio 2011

Agretti, pizzutelli e yogurt greco. L'insalatina ideale!


Non stavo scherzando quando ho scritto che questa settimana sarebbe stata all'insegna del verde. Verde uguale verdura. Tanta verdura fresca e croccante in questo periodo fa benissimo. O meglio, fa sempre bene, ma in primavera/estate, ne consumiamo di più. Nell'ultimo periodo poi sono stata davvero invasa da molta verdura in cucina e ho cercato di tirarne fuori qualcosa di appetibile.
Questa insalatina, che adoro per la presenza degli agretti, è nata per esigenze di copione.
Giuro! Volevo fotografare gli agretti, questi spaghetti erbacei sono davvero belli e buoni. Ma solo agretti era un pò triste, così ho abbinato dei rossissimi pizzutelli, credo siano i miei pomodori preferiti, con la loro buccia croccante e l'interno profumato. Poco convinta sul condimento, ho preso qualche cucchiaiata di yogurt greco, miscelato con olio evo, sale, pepe, erba cipollina e timo. Mi pareva un pò un azzardo, ma dopo lo scatto, ho assaggiato e..... accidenti se mi è piaciuto!
Così, al volo ho preparato altre tre ciotole da mettere in tavola con soddisfazione di tutti i commensali.
Se vi ispira... provateci! Il periodo degli agretti, ahimè sta finendo.
Buona e verdissima giornata!
Ciao ;)

lunedì 23 maggio 2011

Asparagi. Volendo.... anche con capesante e sfoglia


Buongiorno, buon lunedì e buona settimana a tutti! Sbaglio o avevo preanunciato una settimana "in verde"? Verde non metaforico, considerando che comincio con un bel mazzo di asparagi. I quali, avanzati da un'altra ricetta, si sono visti riciclare in un tortino estemporaneo che però ha avuto un discreto successo.
Avrei fatto bene a fotografarvi le briciole, quel che è rimasto dopo aver portato in tavola questo piatto.


Dovevo preparare, per lavoro, una ricetta che comprendeva capesante, asparagi e sfoglia. Un pò di avanzi mi sono rimasti sul tavolo e .... si sono trasformati velocemente in una base pratica, pennellata con poco burro salato, ricoperta di asparagi appena scottati e ancora fragranti, dei bocconcini di capesante, tagliati piccini picciò, una buona macinata di pepe fresco, abbondante timo,  un pizzico di sale e qualche minuto di forno a 180° hanno completato l'opera. Dignitosamente.

Tra l'altro ho scoperto che mi danno molta più soddisfazione gli asparagi tagliati per il lungo o la diagonale, è un procedimento tipicamente orientale, che ha un suo perchè, specialmente se usiamo le bacchette. Ma ne ha anche uno meno spostato ad est. L'asparago assorbe profumi e sapori per uno spazio molto maggiore rispetto al tradizionale taglio "a rondelle" che viene usualmente fatto.
In questo modo, anche se appena scottati, gli asparagi sono perfetti anche per un insalatina!

Dite che può piacervi? Verde è verde! Vedrete le prossime :)))))  Buona giornata!

sabato 21 maggio 2011

Un libro per tante food blogger - Burro salato Fiandino

Eccolo finalmente! Ne ho avuta una copia a Tutto Food direttamente da Lelio Bottero che, sempre in compagnia di Mr. Fiandino,  anima con  costante simpatia lo spazio dedicato alle Fattorie Fiandino e ai loro superbi prodotti.
La particolarità di questo libro è l'essere stato creato con le ricette di food blogger.
Non male come traguardo trovare il nostro mondo virtuale sul cartaceo.
Non è neppure introvabile, perchè sarà in vendita nelle librerie per la gioia di chi vuole scoprire qualcosa di nuovo e tenere a casa un titolo nato sotto il segno del nostro mondo.

Vorrei complimentarmi con le blogger che mi fanno compagnia tra le pagine di questo libro, con la prefazione di Sandra Salerno (Un tocco di zenzero): Serena Lastrico (Cucina I love you), Sonia Figone (Sonia nel paese delle stoviglie),  Lisa Gambino (Qb in cucina quanto basta),  Donatella Simeone (Il cucchiaio d'oro), Marta Tovaglieri (Un streghetta in cucina), Daniela (Senza panna), Benedetta Ripà (Con un poco di zucchero),  Aria (Aria in cucina),  Alicia Manas (Erborina in cucina), Alessandra Asnaghi (Ombra nel portico), Fabiola Palazzolo (Olio e aceto), Silvia Crucitti (Kitchen qb),  Claudia Tiberti (Verde cardamomo), Adelaide Melles (Diario di una passione), Carola Castagna (La casetta delle pesche), Sara Querzola (Fiordifrolla), Jasmine Guetta (Labna), Sara Bardelli (Qualcosa di rosso), Jessica (Tuki) Leone (Ciliegina sulla torta), Agostina Battaglia (Pane, burro e marmellata), Giulia Nekorkina (Rossa di sera), Imma Di Domenico (Dolci a gogò), Sara Maternini (Mele al forno), Gaia Borroni (Shake&Bake), Giovanna Cozzi (Burro e alici), Gaia Boscucci (La patata in giacchetta), Rita Mezzini (La fucina culinaria), Alice Galeotti (Food Couture), Valentina Varini (La cuoca pasticciona), Milena Stasi (Una finestra di fronte), Elisa Ceccuzzi (Kitty's Kitchen). Brave, brave, brave (rigorosamente in ordine di apparizione!)!
Ci sono anche due ricette extra di Barbara Voarino: illustratrice, designer e autrice della copertina.


Se vi capita, dategli uno sguardo!


Il burro salato - Araba Fenice Editore - ISBN 9788866170150

venerdì 20 maggio 2011

L'ultima insalata: la caprese

(fotografia Alessandro Guerani)

Ed eccoci arrivati all'ultimo dei 5 scatti della serie "insalata quotidiana".
Allora, tirando le somme, cosa ne pensate, vi è piaciuto questo lavoro? Per semplificarvi la vita, le avevo già pubblicate tutte insieme QUI, così potete dare un colpo d'occhio generale.
Non credo che per "la caprese" serva scrivervi la ricetta.
Posso però dirvi che gli ingredienti, in un piatto così semplice, devono essere più che eccellenti. Il pomodoro dev'essere maturo, ma non troppo, la mozzarella fiordilatte dev'essere freschissima e, se l'amate particolarmente, potreste scegliere di utilzzare la bufala come alternativa, ma non è la medesima cosa!
E del basilico vogliamo parlarne?
Freschissimo, pulito delicatamente e senza abbondare per non coprire gli altri sapori.

Buon appetito Italia! E grazie, a voi che siete osservatori attenti e critici del nostro lavoro. Buon venerdì!

Ps: la prossima settimana sarà all'insegna del "verde" :)

mercoledì 18 maggio 2011

Focaccia al pesto e basilico fresco


Buongiorno! Si lo so, si è bruciacchiata un pò troppo, mi è scappata giusto una frazione di secondo e il bel colore che aveva si è brunito..... ma.... solo fuori e senza modificare tremendamente il gusto, Così, da un errore mi son ritrovata una focaccia con la superficie croccante e l'interno soffice e alveolato, tutta coperta di buon pesto che ho integrato con foglie fresche e una generosa grattata di pecorino romano...


L'impasto della focaccia è il classico della pasta di pane, se non avete tempo o voglia di farlo, trovate la pasta di pane pronta sia dal panettiere di fiducia che al supermercato, spesso è anche un'alternativa comoda e valida. Una volta che l'impasto è lievitato, lo sendo su una teglia coperta di carta forno unta d'olio evo, la tiro con me mani e/o col mattarello e la bucherello con le dita.

300 gr farina manitoba 
200gr farina 0
3/4 cucchiai olio evo
2 cucchiaini zucchero
1 cucchiaino sale
acqua qb tiepida
lievito a cubetti fresco o 1 bustina di lievito secco
circa mezz'ora di lievitazione a "palla" e poi 3/4 d'ora direttamente in teglia, io ungo sempre la superfice d'olio, così non asciuga e mantiene l'elasticità.

Poi, spazio alla fantasia, che questa volta mi ha fatto utilizzare solo pesto e un bel giro d'olio.
Una ventina di minuti nel forno, non dimenticate di controllarla perchè il pesto "brucia"!
infine, spolverizzate con pecorino grattuggiato e guarnite con basilico fresco. E' una merenda perfetta, ma anche un finger per l'aperitivo! Ci  provate? Ma si dai!!!!

Buona giornata!

martedì 17 maggio 2011

Biscottoni cake? O cake al biscotto?


Latito! Corro, ho le occhiaie che rasentano il pavimento.... ma ieri ho avuto un pomeriggio fantastico con una compagna di chiacchiere eccezionale.
E' bella, è molto brava, molto seria, grande professionista e un'amica a cui tengo molto.... Silvia Luppi! Ma si, proprio lei :) è stata tutto il pomeriggio chez moi e, fra le belle cose che si siamo raccontate e che abbiamo visto al pc, c'era anche questa foto che, a parer suo (quindi mi fido ciecamente) è decisamente buona.
Come mi son sentita orgogliosa!!! Grazie Silviaaaaaaaaaaaaaaa

Allora, ho deciso di dedicarle questo dolcino improvvisato e quasi esente da ricetta, ma che fa la sua bella figura!

Vi servono dei biscotti "Digestive", o simili, importante che siano abbastanza grossini. Del mascarpone o Philadelpia. Zucchero a velo e noci rotte grossolanamente.

Montate leggermente il formaggio con lo zucchero a velo. Unite al composto le noci e amalgamate. Farcite i biscotti livellando la crema. Conservateli una mezz'ora in frigorifero e serviteli cosparsi di zucchero a velo.

Ottimi a merenda con un succo di frutta o un the freddo :)

Dimenticavo.... sto andando a Bologna, finalmente il tour de force è agli sgoccioli, tra poco rientrerò nella normalità e vi racconterò cos'ho fatto in questi ultimi mesi. Buona giornata!!! E un bacio a Silvia. Grazie, di tutto ;)

domenica 15 maggio 2011

Tutto Food 2011

Credevo di non farcela, invece, all'ultimo minuto, sono riuscita a girovagare un  pò per Tutto Food 2011. E' un'esperienza sotto tutti i punti di vista. Un mercato immenso, dove si incontrano produttori grandi, noti e iper reclamizzati, al fianco di artigiani, che con il lavoro di ogni giorno trasformano il loro prodotto in chicche di nicchia da riservarsi agli amanti della buona tavola.
 Ma quanto è bello il padiglione fieristico di Rho-Pero???
 I primi assaggi, i primi profumi
 Volti noti di  amici cari e,  il loro zafferano
Gabri e Tony
 Giuseppe Di Martino, simpatia, determinazione e conoscenza.
E' sempre un grande piacere scambiare idee, pensieri, progetti con te.
Appena possibile.... gli ziti con la genovese! Grazie!
 Il Sig. Paolini che con cura produce delle frolle che sembrano uscite al momento dal forno di casa. Grazie per gli assaggi! Troppo gentile!
 Salato: mozzarelle di bufala, con le quali ho riempito il frigorifero, burro d'alpeggio, scamorze affumicate e dell'ottimo cudo Toscano..... ah si! fonduta!
 Caponi, mani sapienti per un eccellente pasta all'uovo
 Un pò di dolce
 Stralci di fiera
 Il Cavalier Cocco e il suo splendido stand
Il nuovo volto de La Molisana, tanti, tantissimi anni di storia
pronti ad essere raccontati.
E infine un pò di Francia, che non guasta mai.....
Vicino alla cipolla di Montoro, che è di una bontà assoluta
......


E per concludere.... un anteprima.... ma questa è un'altra storia,  per un'altro giorno.

sabato 14 maggio 2011

Metti una sera a cena: il panettone di Dario Loison


Un invito graditissimo, per un'Insolita cena, ancora di più se arriva direttamente da una persona
di cui ho grandissima stima
Dario Loison


 martedì 10 maggio, in compagnia di Chiara e Angela Maci, varchiamo la soglia del
NH Hotel Fiera Milano
per questa cena che è stata davvero all'insegna del particolare
Un menù a base di panettone!



Il menù, ideato dagli chef Danilo Angè e Fabrizio Ferrari:

Salmone marinato con limone di Sorrento e crosta di panettone
Cubi di tonno gratinati al panettone su crema di piselli e capperi
Millefoglie di panettone e foie gras
Tortelli di mozzarella, bottarga e panettone al limone
Risotto al panettone
Crema di asparagi bianchi e verdi con scorzette d'agrumi
Risotto con riduzione di vino rosso, robiola e crema
Filetto di vitello in panure di panettone con patate dorate, uvetta e pistacchi

il dolce ve lo lascio immaginare :)


L'idea di Dario Loison, della sua famiglia e dei collaboratori tutti bravissimi e di una gentilezza estrema, è quello di portare il panettone, fuori dalla cerchia del Natale, vuole insegnarci che il panettone, è possibile utilizzarlo tutto l'anno sia in ricette dolci, che in preparazioni salate. Se mai avessi avuto qualche perplessità, oggi posso dire che, dopo questa cena, sono scomparse. Questo menù, gli abbinamenti calibrati, i profumi  mai stucchevoli, hanno reso memorabile una serata già molto piacevole.
Un piccolo ringraziamento a Dario Loison per questa opportunità.


Volete saperne di più? Vi sentite ispirati e pronti per un menù non convenzionale? Provate a cercare tra le ricette pubblicate QUI, sul sito "Insolito panettone". Le idee non vi mancheranno!
Buona giornata !