martedì 22 maggio 2012

Lasagna "alla parmigiana"


Buongiorno, buon lunedì e, spero, buona settimana.
Dopo la scorsa dove è successo di tutto, con il freddo che mi sento addosso in questo momento, la stanchezza da notte insonne per il terremoto e l'ansia generalizzata, mi è venuto da ripescare in archivio un piatto confortante, che scaldi e faccia sentire un pò meglio tutti noi. Una lasagna, ma alleggerita dal ragù tradizionale,  fatta con delle melanzane grigliate, mozzarella, pomodoro e basilico. Una sorta di parmigiana con la pasta. Vi può piacere?


Dunque, prendete delle belle melanzane, le tagliate a fette sottili e le mettete una mezz'ora sotto sale. Poi le asciugate e le grigliate . Tenetele da parte dopo averle cotte tutte. A parte fate un sugo di pomodoro molto semplice, aglio, cipolla, olio evo, tante erbe aromatiche fresche e una bottiglia di passata di pomodoro. Regolate di sale, pepe e zucchero per bilanciare l'acidità. Tagliate a fettine della mozzarella. Pulite un mazzo di basilico e di timo freschi e teneteli a portata di mano. Componete la vostra lasagna alternando sugo, pasta, melanzane, mozzarella, erbe aromatiche e ricominciate. Terminate con sugo, mozzarella, erbe e una grattata di parmigiano. Mettete in forno caldo per una ventina di minuti. Servite dopo che l'avrete lasciata riposare un pò.  Ecco, ora a riposare ci vado io che, in questi giorni, tra super lavoro e l'Italia che casca a brandelli, c'è davvero da recuperare le forze. Buona giornata e buona settimana a tutti! Ciao!


Ps: domani sera sarò qui:


13 commenti:

  1. Ci serve un piatto che ci riscaldi e consoli dalle brutte e tristi notizie che ci hanno accompagnato in questo fine settimana... e questa lasagna alla parmigiana e' semplicemente un capolavoro! baci

    RispondiElimina
  2. Cara Babs, un piatto per raddrizzare l'Italia...potrebbe essere un'idea. Abbiamo una cultura millenaria, un patrimonio artistico che cade a pezzi, una terra meravigliosa con montagne, mari e colline fantastiche e un territorio che ci regala dei prodotti superbi...sì, sì, un piatto "Salva-Italia". Bacioni e buon recupero (come va la tua spalla?)

    RispondiElimina
  3. giorno Ombretta, ti ringrazio, troppo gentile!

    ciao Roby, la spalla va meglio, anche se stamani con tutta quest'umidità è parecchio indolenzita. Mi piace il piatto "salva Italia", sarebbe da proporre. Baciuzzi!

    RispondiElimina
  4. Tu, riposare? Impossibile....
    Bel comfort food, oggi: complimenti :)
    Qualche ricetta zafferanosa? :)

    RispondiElimina
  5. Ciao Babs...oggi umore sotto le scarpe. Sarà la pioggia, saranno le notizie del week end, sarà la stanchezza di essermi sciroppata 1000 km in due giorni...insomma l'unica cosa che mi ha tirato un po' su finora, è stata la visione di questa "parmisagna"...fammela chiamare così. Un vero e proprio colpo alla depressione. In bocca al lupo per la tua serata...quando mi piacerebbe esserci. Smack, Pat

    RispondiElimina
  6. qui bisogna davvero scaldarsi...

    RispondiElimina
  7. P.S. - Naturalmente intendevo ricette zafferanose non presenti sul tuo libro... quelle le ho gia'...

    RispondiElimina
  8. che bella questa lasagna! e che buona questa lasagna!! capisco bene le tue parole...sento di avere bisogno di qualcosa che mi scaldi l'animo dopo tutte queste notizie terribili... complimenti Babs! a presto, Clara

    RispondiElimina
  9. "Vi può piacere?" ....a me strapiace! Grande Babs ;-)

    Ciao Barbara

    RispondiElimina
  10. Beh ero passata per ringraziarti, l,intervista sarà credo su fb ma a giugno, non mi ricordo neanche il giorno, ma quando è ti avviso, ma come ti dicevo scritta all'una di notte poteva essere o una poesia o... Credo il secondo o se mi sono scordata di te... Sai che non e' che peregrino di blog in blog a lasciare complimenti.... Comunque io gradisco un bel po' questo confort food all'italiana con la pasta la parmigiana mai provata.
    Un abbraccio fortissimo, che ti tenga ferma quando la terra trema. Vado a vedere i nuovi appuntamenti con la lacrimuccia la vita mi sta facendo faticare non poco in questo periodo.
    Sono felice che continui che così vedrai che ce la faccio anche io (bradipo che non sono altro)

    RispondiElimina
  11. in bocca al lupo e complimenti per la tua serata di domani.

    e per le lasagne chiedi: si può fare? e io ti rispondo: eccome se si può fare!!!!!
    bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  12. ecco, certe volte una si fa prendere dalla paura, poi dallo sconforto, e ti accorgi che tutte le cose che prima per te erano importanti e assolutamente necessaria, bè, non lo sono poi tanto, perchè ce ne sono altre di cose, che contano di più.. scopri le vere precedenze nella vita, che le urgenze stanno solo al pronbto soccorso e non nei luoghi dove ti ostini a battere i piedi nell' impazienza di ricevere qualcosa.. e torni al principio, ti accorgi che puoi fare a meno di tante cose, che poi, dopotutto, per calmarti un po' non servono cavallette fritte o code di drago alla cacciatora. una lasagna, preparata alla vecchia maniera, che sa di casa, di amore, di cose che contano davvero e che sono realmente indispensabili,è tutto quello di cui hai bisogno per trovare un po' di serenità.
    ti abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
  13. cara Babs mi vuoi dire che hai assemblato i due piatti in assoluto che preferisco di più, il suo compito è presto ben assolto quello di confortare e coccolare già solo a guardare le tue foto. mi salvo il link, assolutamente. bellissimo post! buona settimana. mony

    RispondiElimina